H2biz - International Business HUB

Fabrizio Di Amato

Presidente Maire Tecnimont
Imprenditore
Energia e ambiente
Milano (-) - Italia

Profili simili (123)

Alda Eleo...

ALDO BORDIN

aldo cavuoto


Alessandr...

Alessio M...

angelo ba...


Angelo Fu...

ANGELO PE...

Annamaria...


Antonino ...

Antonino ...

Antonio P...


Aurelio P...

Bernardin...

Brattoli ...


Calogero ...

Carlo Befani

Carlo Di ...


Visualizza tutti

Descrizione

Fondatore, Presidente e azionista di riferimento di Maire Tecnimont, Gruppo industriale leader in ambito internazionale nella trasformazione delle risorse naturali: tecnologia, ingegneria e costruzione nel downstream oil&gas e nella transizione energetica. Il Gruppo opera in 45 Paesi, possiede circa 50 società e conta 40mila persone nei progetti di tutto il mondo. È membro del Consiglio Generale di Unindustria e del Consiglio Generale di Assolombarda, nonché membro del Consiglio Direttivo di Assonime.

 

Curriculum vitae

Fabrizio Di Amato nasce nel 1963. Parallelamente agli studi in Scienze Politiche presso l’Università di Roma “La Sapienza”, a soli 19 anni avvia la sua prima attività imprenditoriale costituendo una società con tre dipendenti. Dopo aver conseguito la laurea, dal 1983 in poi conclude una serie di acquisizioni ponendo le basi del Gruppo Maire Tecnimont. È il 2004 quando la società, grazie all’acquisizione di Fiat Engineering (Gruppo Fiat), diventa general contractor, operazione che le consente di entrare nei settori energia e infrastrutture civili e di affacciarsi anche sui mercati esteri. Inizia così un periodo di forte espansione per il Gruppo, che l’anno successivo rileva Tecnimont, la divisione di Edison specializzata nell’ingegneria per oil&gas e petrolchimica. Nasce ufficialmente il Gruppo Maire Tecnimont, nel 2007 quotato in Borsa. Nello stesso anno viene portata a compimento l’acquisizione della controllata indiana Tecnimont Private Limited. L’espansione del Gruppo continua con le acquisizioni dell’olandese Stamicarbon, leader mondiale della tecnologia urea, e dell’italiana Kinetics Technology, process engineering contractor di eccellenza nell’oil&gas. Nel 2018 il lancio di NextChem, società specializzata in tecnologie della chimica verde e della transizione energetica. Le attività di Fabrizio Di Amato si contraddistinguono anche per il forte contributo al settore dell’ingegneria italiana. Nel 2008 fonda Federprogetti - Federazione dell’impiantistica italiana, di cui è Presidente fino al 2015, con l’obiettivo di promuovere un organismo unitario di rappresentanza dell’ingegneria e del contracting. Nel 2009 viene eletto Presidente di Animp (Associazione nazionale di impiantistica industriale), incarico che mantiene fino al 2011. Dal 2016 al 2020 è anche Vice Presidente di Assolombarda con la delega all’Energia, Sviluppo Filiere e Cluster e Centro Studi. Nel maggio 2016 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Attualmente è anche membro del Consiglio Direttivo del Gruppo Centrale. Per i risultati ottenuti come Presidente del Gruppo, nel 2021 il Politecnico di Milano gli conferisce la laurea ad honorem in Ingegneria Chimica. Nello stesso anno nasce in seno a Marie Tecnimont la Fondazione Evolve, attiva nel recupero del patrimonio ingegneristico e di cultura industriale legato al settore, di cui è Presidente. Oggi Fabrizio Di Amato è membro del Consiglio Generale di Unindustria e di Assolombarda, nonché membro del Consiglio Direttivo di Assonime.

Padre di 5 figli, è appassionato di nautica, sci e arte, oltre a seguire la politica con impegno civico.