H2biz - International Business HUB

BLUEN

BLUEN S.r.l.
Azienda
Ingegneria e progettazione
Napoli (NA) - Italia

Profili simili (28)

Eelectron

A3DS

Andrea Pa...


ARCHIMETE...

BBM

Bergo Imp...


carlingfi...

Colombo C...

DELTACON


D_WAVE

Emidio co...

EmmeTiTech


ESSEDI Co...

Futura Ing

Giacomo M...


Gruppo Da...

Hyperevo ...

Lead Tech


Visualizza tutti

  • Nome Azienda: BLUEN S.r.l.
  • Nome e Cognome: BLUEN
  • CAP: 80122
  • Città: Napoli
  • Provincia: NA
  • Nazione: Italia
  • Lingua preferita: IT
  • Sito web: https://www.bluen.it/
  • Settore: Ingegneria e progettazione

Descrizione

BLUEN (Business Lab University-Enterprise), spin-off dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, accompagna le imprese pubbliche e private verso la transizione digitale e sostenibile. Dall’adozione di tecnologie abilitanti all’attuazione di strategie ESG, BLUEN promuove la cultura e l’uso della tecnologia a supporto della crescita sostenibile delle imprese, grazie alle competenze tecniche e scientifiche del suo team nella progettazione di sistemi complessi e nel coordinamento scientifico di numerosi progetti di R&S. Tra i principali servizi offerti da BLUEN:
• La conduzione di uno Studio di Fattibilità che, a partire dalla attuale dotazione informatica del Sistema Portuale, definisca l’infrastruttura gestionale più adatta;
• Gli interventi di prima realizzazione, miglioramento, reingegnerizzazione di sistemi preordinati funzionali alla progettazione, implementazione e aggiornamento evolutivo del Port Community System (PCS) e della sua interoperabilità con la Piattaforma Logistica digitale Nazionale (PLN) e con i sistemi informativi delle amministrazioni pubbliche coinvolte nel processo logistico;
• L’utilizzo di tecnologie digitali (quali AI/Machine Learning, Big Data Analytics, Blockchain, Digital Twin, funzionalità evolute Internet-of-Things e Metaverso) per l’innovazione dei processi, per l’ottimizzazione dell’efficienza, per la semplificazione dell’intero ciclo portuale e per le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dei porti;
• L’utilizzo delle tecnologie abilitanti per i servizi di tracking delle merci presenti nelle aree portuali e per la velocizzazione delle connesse operazioni portuali, per il completo monitoraggio, rendicontazione, previsione futura, ingegnerizzazione e miglioramento degli impatti ambientali, economici e sociali;
• L’utilizzo di soluzioni basate sulla tecnologia blockchain per la dematerializzazione dei documenti; per la gestione sicura, rapida e trasparente dei flussi documentali; per conseguire l’interconnessione e l’efficienza nella attività della supply chain end-to-end portuale;
• La progettazione, realizzazione e implementazione di servizi e soluzioni che utilizzino tecnologie innovative per l’automazione e il decongestionamento dei varchi, per l’estrapolazione di dati con tecniche di machine learning, per la gestione dell’importexport marittimo, dell’ecosistema porto-ferrovia, e per lo shunting di ultimo miglio;
• La consulenza strategica per il miglioramento della posizione competitiva delle comunità portuali nell’ottica di realizzazione di uno Smart Port;
• L’individuazione dei sistemi corredati da un database e/o da strumenti digitali per l’archiviazione e gestioni di dati ambientali, economici e sociali;
• Lo svolgimento di attività di rendicontazione non finanziaria e ESG assessment mediante l’utilizzo di metodologie di ricerca scientifica;
• La consulenza strategica delle iniziative di sostenibilità con la pianificazione di azioni, obiettivi e risultati misurabili relativi alla transizione digitale della AdSP e delle imprese portuali, da accompagnare con un piano di comunicazione;
• I servizi di carbon management per raggiungere la neutralità carbonica;
• I servizi a valore aggiunto in ottica di co-innovation e piattaforme sicure che tutelino la privacy e rispettino gli standard etici;
• La realizzazione di attività progettuali in coerenza con i principi e gli obblighi specifici del PNRR relativamente al principio del “Do No Significant Harm” (DNSH) ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (UE) 2020/852 e secondo la normativa vigente e le indicazioni di cui alla circolare n. 32 del Ministero dell’economia e delle finanze del 30 dicembre 2021 avente ad oggetto “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – Guida operativa per il rispetto del Principio di non arrecare danno significativo all’ambiente (DNSH, “Do no significant harm”), come aggiornata dalla Circolare MEF-RGS del 13 ottobre 2022 n. 33, e successivi aggiornamenti, e al principio del tagging digitale.

 


Bluen accompagna le imprese verso una transizione digitale e sostenibile (ESG compliant))

Consulenza aziendale

BLUEN (Business Lab University-Enterprise), spin-off dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, accompagna le imprese pubbliche e private verso la transizione digitale e sostenibile.

Dall’adozione di tecnologie abilitanti all’attuazione di strategie ESG, BLUEN promuove la cultura e l’uso della tecnologia a supporto della crescita sostenibile delle imprese, grazie alle competenze tecniche e scientifiche del suo team nella progettazione di sistemi complessi e nel coordinamento scientifico di numerosi progetti di R&S.

BLUEN opera in tutti i settori di mercato ed in grado di gestire le più svariate esigenze aziendali.

Tra i servizi offerti da BLUEN segnaliamo quelli sviluppati per il Bando Digitalizzazione dei Porti a cui partecipa attraverso Marea Azzurra:

• La conduzione di uno Studio di Fattibilità che, a partire dalla attuale dotazione informatica del Sistema Portuale, definisca l’infrastruttura gestionale più adatta;
• Gli interventi di prima realizzazione, miglioramento, reingegnerizzazione di sistemi preordinati funzionali alla progettazione, implementazione e aggiornamento evolutivo del Port Community System (PCS) e della sua interoperabilità con la Piattaforma Logistica digitale Nazionale (PLN) e con i sistemi informativi delle amministrazioni pubbliche coinvolte nel processo logistico;
• L’utilizzo di tecnologie digitali (quali AI/Machine Learning, Big Data Analytics, Blockchain, Digital Twin, funzionalità evolute Internet-of-Things e Metaverso) per l’innovazione dei processi, per l’ottimizzazione dell’efficienza, per la semplificazione dell’intero ciclo portuale e per le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dei porti;
• L’utilizzo delle tecnologie abilitanti per i servizi di tracking delle merci presenti nelle aree portuali e per la velocizzazione delle connesse operazioni portuali, per il completo monitoraggio, rendicontazione, previsione futura, ingegnerizzazione e miglioramento degli impatti ambientali, economici e sociali;
• L’utilizzo di soluzioni basate sulla tecnologia blockchain per la dematerializzazione dei documenti; per la gestione sicura, rapida e trasparente dei flussi documentali; per conseguire l’interconnessione e l’efficienza nella attività della supply chain end-to-end portuale;
• La progettazione, realizzazione e implementazione di servizi e soluzioni che utilizzino tecnologie innovative per l’automazione e il decongestionamento dei varchi, per l’estrapolazione di dati con tecniche di machine learning, per la gestione dell’importexport marittimo, dell’ecosistema porto-ferrovia, e per lo shunting di ultimo miglio;
• La consulenza strategica per il miglioramento della posizione competitiva delle comunità portuali nell’ottica di realizzazione di uno Smart Port;
• L’individuazione dei sistemi corredati da un database e/o da strumenti digitali per l’archiviazione e gestioni di dati ambientali, economici e sociali;
• Lo svolgimento di attività di rendicontazione non finanziaria e ESG assessment mediante l’utilizzo di metodologie di ricerca scientifica;
• La consulenza strategica delle iniziative di sostenibilità con la pianificazione di azioni, obiettivi e risultati misurabili relativi alla transizione digitale della AdSP e delle imprese portuali, da accompagnare con un piano di comunicazione;
• I servizi di carbon management per raggiungere la neutralità carbonica;
• I servizi a valore aggiunto in ottica di co-innovation e piattaforme sicure che tutelino la privacy e rispettino gli standard etici;
• La realizzazione di attività progettuali in coerenza con i principi e gli obblighi specifici del PNRR relativamente al principio del “Do No Significant Harm” (DNSH) ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (UE) 2020/852 e secondo la normativa vigente e le indicazioni di cui alla circolare n. 32 del Ministero dell’economia e delle finanze del 30 dicembre 2021 avente ad oggetto “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – Guida operativa per il rispetto del Principio di non arrecare danno significativo all’ambiente (DNSH, “Do no significant harm”), come aggiornata dalla Circolare MEF-RGS del 13 ottobre 2022 n. 33, e successivi aggiornamenti, e al principio del tagging digitale.

Per info e contatti: Prof. Roberto Cerchione.