h2biz


_home _focus _Nicolas Hayek

Nicolas Hayek

Il Signor Swatch

Geniale, eclettico e carismatico, Nicolas Hayek è stato un'icona degli anni '80 e i suoi orologi in plastica hanno fatto sognare il mondo.

È celebre soprattutto per i suoi sigari e per i tanti orologi che indossava contemporaneamente; con questo suo eclettismo ha reso il Gruppo Swatch una multinazionale, che oggi vanta una ventina di marchi, tra cui Breguet, Blancpain e Tissot, ed un fatturato annuo di oltre cinque miliardi di franchi e 24.000 dipendenti.

Nato nel 1928 in Libano da padre libanese e madre americana, comincia la sua attività imprenditoriale guidando una società di consulenza, che aveva il compito di supervisionare la liquidazione delle società svizzere Asuag e Ssih (grandi produttrici di orologi).

Ed è proprio assumendo questo incarico che ha la possibilità di dar voce al suo estro, che lo induce a credere nell’industria svizzera degli orologi in grado di assumere un ruolo di primaria importanza, divenendo competitiva in tutto il mondo. Ovviamente dando un nuovo assetto alla stessa, ed a questo ci ha pensato Hayek.

Infatti, il suo compito è quello di liquidare le due holding, ma lui fa il contrario: le fonde, ne diviene azionista e di lì a poco, avvalendosi dell’aiuto di manager e tecnici, si inventa la Swatch (termine che vuol significare: Second Watch), un mix di plastica, prezzi contenuti, marketing e  nuovo design sostenuto dalla microelettronica elvetica.

Apre così il mondo degli orologi ad un pubblico più vasto ed eterogeneo, in particolare, amante del non convenzionale.

Entro pochi anni, la Swatch recupera la sua posizione di predominio mondiale, grazie alle strategie che Nicolas Hayek adottò agli inizi degli anni ’80.

Gli anni passano e la Swatch diventa sempre più competitiva, affiancando ai classici modelli in plastica nuove versioni, come: Irony, lo Swatch in metallo; Skin Chrono, il cronografo più sottile del mondo; Snowpass, dotato di una funzione integrata di accesso utilizzabile come ski pass presso numerose località sciistiche di tutto il mondo e Beat, dotato della straordinaria funzione Internet Time.

Tutti questi modelli dimostrano la straordinaria superiorità tecnica ed i continui progressi della tecnologia cronometrista della Swatch.

Tra il 1983 ed il 1986 nasce quello che più tardi verrà chiamato Swatch Group.

Certe mattine mi sento una tigre. Ho tante idee, ho così tante cose da realizzare”. In questo modo risponde Nicolas Hayek a chiunque gli chiede come abbia fatto a creare questo impero industriale.

Egli stesso si definisce un imprenditore – artista, capace di partire dalle esperienze fatte per crearne delle nuove. Ed è proprio quello che ha fatto Hayek quando ha ideato la Smart.

Memore di una sua esperienza come consulente nel settore automobilistico, negli anni novanta progetta la Swatchmobile, una piccola citycar con motore ibrido. Quel progetto non è stato mai sostenuto e realizzato, ma da quel progetto nasce la Smart.

È inutile far presente il successo di questa sua ultima invenzione; ne sono passati di anni e la Smart continua ad essere una macchina innovativa e concorrenziale.

Proprio per aver contribuito alla rinascita dell’industria orologeria svizzera ed aver salvaguardato e creato nuovi posti di lavoro e centri di produzione in Svizzera, nel giugno del 1998 viene conferito ad Hayek il titolo di Dottore honoris causa dalla Facoltà dei Beni Culturali dell’Università di Bologna e quella in Legge ed Economia dall’Università di Neuchatel (Svizzera).

Sono molti altri i titoli di cui è  stato insignito l’inventore della macchina Swatch e sarebbero state tante altre le idee rivoluzionarie che avrebbero sicuramente comportato un cambiamento tecnico-innovativo in tutto il mondo, se, il 28 giugno 2010, un arresto cardiaco non provocasse la sua morte.

Aveva 82 anni ed ancora presiedeva il consiglio di amministrazione, anche se, nel 2003, aveva preparato la sua successione, cedendo al figlio Nick la direzione operativa dell’azienda, oggi numero uno nel mondo dell’orologeria.

Se oggi assistiamo ad una continua evoluzione nel mondo degli orologi e quello delle macchine, un po' lo dobbiamo anche alla creatività di Nicolas Hayek.

Per informazioni su H2biz, clicca qui

Foto


I Focus di H2biz

H2biz © Copyright 2008 - 2017 H2biz S.r.l.
P.Iva/C.F. 06149921212 | Via Kerbaker, 91 - 80129 Napoli
e-mail: info@h2biz.eu - G.S. - credits

Siti del Network vai