h2biz


_home _focus _Nicola Bardelle

Nicola Bardelle

Il creatore del denim di lusso

Con stoffe pregiate, cotone giapponese, carbonio ed acciaio ha tramutato il cinquetasche in un capo di abbigliamento di lusso estremo.

Parliamo di Nicola Bardelle, direttore e genio creativo di Jacob Cohën, colui che è stato capace di trasformare il marchio Cohën in una griffe.

Oggi i suoi jeans, definiti sartoriali nello specifico, con i bottoni ed i rivetti placcati di argento e passanti applicati a mano, sono i più venduti, distribuiti ed apprezzati in tutta Europa, Giappone e, negli ultimi anni, anche nel Nord America e nei Paesi Scandinavi.

Nicola Bardelle, classe ’67, ha iniziato la sua carriera lavorando in conto terzi per grosse aziende, ma dopo diversi anni ha dato voce alla sua creatività, riprendendo un marchio (di famiglia) ormai eclissato.

Si, perché Nicola Bardelle non è un “figlio di nessuno”. Anzi.

Suo padre è quel Tato Bardelle che, sul finire degli anni Ottanta, creò marchi come Frank Scozzese, Americanino, Outsider, i jeans che hanno spopolato e vestito i paninari.

Ma negli anni Novanta gli affari subiscono un crash e Nicola Bardelle, allora studente di giurisprudenza, si è  dovuto rimboccare le maniche e cercare di sollevare le sorti dell’azienda familiare.

Un’azienda caratterizzata dal made in Italy e dall’atmosfera giovane. Giovane perché costituita da 15 collaboratori di età compresa tra i 23-24 anni; giovane perché diretta da uno studente inesperto ma con una creatività innata ed una sete di conquista; giovane perché cerca di guardare oltre per produrre novità, sulla base di originali idee, senza alcun riferimento al passato aziendale.

L’unica traccia al passato è la sede dell’impresa: piccolo laboratorio di sartoria, utilizzato per realizzare prodotti per conto terzi, fino al 2003. In quest’anno, Nicola, ormai saturo di una moda che non lo rispecchiava, decide di creare uno stile proprio, utilizzando sempre il suo prodotto base: il denim.

Il risultato è stata la creazione di una linea di jeans, capaci di calzare a pennello a chiunque. Ed è  stato egli stesso ad occuparsi di tutti i procedimenti, dalla realizzazione alla consegna nelle diverse boutique, utilizzando il marchio Jacob Cohën, un marchio ormai decaduto.

La scelta del marchio (non nuovo), non è stato un caso. Infatti, nel 1985 il padre ideò il marchio Jacob Cohën perché voleva ricordare Jacob Devis, l’inventore del denim cinquetasche; in questo modo cercò di rilanciare quel capo di abbigliamento, ormai in disuso.

Ecco la ragione per cui Nicola Bardelle ha voluto riutilizzare il vecchio marchio, ma questa volta con un nuovo obiettivo: sdoganare il denim, da capo di abbigliamento industriale, in capo sartoriale, quindi raffinato e molto formale.

I suoi jeans hanno una vestibilità  unica, così come Nicola Bardelle dichiara: “All’inizio la gente entrava nei negozi chiedendo non dei Jacob Cohën, ma quei jeans che “calzano bene”. (…) Il punto di forza di tutte le collezioni è la perfetta vestibilità. Senza dubbio è l’elemento che contraddistingue il jeans Jacob Cohën e fa sì che chi lo compra, dopo la prima volta, non lo faccia per caso”.

Altri segni particolari dei jeans Cohën sono la qualità dei materiali utilizzati, come l’originale denim giapponese Kurabo ed i migliori tessuti italiani, l’impiego di accessori pregiati come i bottoni silver plated, in palladi e in carbonio, filati speciali ed etichette in cavallino  lavorate artigianalmente. 

Anche la consegna alle boutique viene curata nel dettaglio, basti pensare che il capo viene riposto all’interno di un box di cartone dove ogni singolo pezzo ripiegato a mano è avvolto in finissima carta havana, come erano soliti fare gli antichi camiciai napoletani.

L’insieme di questi particolarismi rende i jeans Cohën un capo di lusso, che veste l’uomo d’affari e la donna raffinata principalmente con il tessuto denim, un tessuto sul quale nessuno avrebbe mai scommesso.

Lo ha fatto Nicola Bardelle, e con questa scommessa è riuscito a trasformare un marchio in una griffe: Jacob Cohën.

Per informazioni su H2biz, clicca qui

Foto


I Focus di H2biz

H2biz © Copyright 2008 - 2017 H2biz S.r.l.
P.Iva/C.F. 06149921212 | Via Kerbaker, 91 - 80129 Napoli
e-mail: info@h2biz.eu - G.S. - credits

Siti del Network vai