h2biz


_home _focus _Michele Ferrero

Michele Ferrero

Il Signor Nutella

La classifica stilata da Forbes segnala Michele Ferrero come l’uomo più ricco dello Stivale, proprietario della quarta industria dolciaria del mondo con un patrimonio di 17 miliardi di dollari, grazie al quale è al 28esimo posto nella classifica mondiale; lo seguono Leonardo del Vecchio e Berlusconi.


Chi avrebbe mai creduto
che un’industria dolciaria avrebbe portato tanta ricchezza, ancor più degli immobili, ancor più delle reti televisive, ancor più degli occhiali?

Ma qui il dolce c’entra in parte. E’ solo grazie all’abilità manageriale di Michele Ferrero che il gruppo acquisisce notorietà anche oltreoceano: quando nel 1957 la direzione dell’azienda passa nelle mani di Michele, il marchio Ferrero comincia a espandersi, i suoi prodotti raggiungono vastissime platee, fino ad arrivare in qualsiasi parte del continente.

Ma l’abilità di Michele Ferrero è stata anche quella di puntare da subito sulla pubblicità televisiva; infatti, nasce proprio in quegli anni il Carosello e il Gruppo Ferrero acquista a mani basse spazi pubblicitari focalizzando l'attenzione del pubblico su Nutella e Kinder Ferrero.

E’ vero che la Ferrero è  stata fondata dal padre Pietro, diretta poi dallo zio Giovanni, ma solo grazie a Michele Ferrero ha conosciuto un successo mondiale.

Oltre ad essere un precursore, il patriarca delle praline è anche uno stimato imprenditore: ad Alba, città sede dell’azienda, tutta la popolazione lo acclama, lo riconosce come colui che con la sua riservatezza e gentilezza ha saputo conciliare lavoro, terra e famiglia e con la sua caparbietà è riuscito a non tradire mai i suoi dipendenti.

Infatti, dopo l’alluvione del fiume Tanaro del 1994, molti gli consigliavano di abbattere la sede dell’azienda ad Albia per costruirne un’altra in una nuova città. Ma anche questa volta il magnate dei dolci non si ferma all’apparenza di quello che accade: calandosi nei panni dei suoi dipendenti, capisce che non può arrendersi mandando allo sfacelo i suoi operai con le rispettive famiglie.

Così, sfidando la natura e tutti coloro che gli remavano contro, dopo soli venti giorni riesce a far rinascere lo stabilimento di Albia riprendendo la sua abituale produzione.

La sua più grande preoccupazione è che l’azienda sia sempre forte e solida da garantire un posto sicuro a tutti coloro che ci lavorano.

Nonostante i tanti anni di attività, ben oltre cinquanta, l’inventore del Rocher non ha mai mandato nessun dipendente in cassa integrazione.

Il successo della Ferrero lo dobbiamo alla Madonna di Lourdes, senza di Lei noi possiamo poco”. Questo è quanto afferma il re della Nutella durante il cinquantenario della fondazione dell’azienda, questo spiega perchè in ogni stabilimento della Ferrero troviamo una statua della Santa Vergine di Lourdes.

Oggi, dopo la creazione di infinite prelibatezze, l’unica preoccupazione che potremmo avere è pensare a che mondo sarebbe stato il nostro senza la Nutella?

PePer informazioni su H2biz, clicca qui


Foto


I Focus di H2biz

Prodotti e servizi

Apple iPad 2 (Wi-Fi + 3G - 16GB)

Informatica e tlc
Digital Srl

ITALIAN WINE SELECTION

Alimentare
lorenzo di matteo

Monitoraggio e Localizzazione del Paziente

Salute e Benessere
Administration's Center sas

H2biz © Copyright 2008 - 2017 H2biz S.r.l.
P.Iva/C.F. 06149921212 | Via Kerbaker, 91 - 80129 Napoli
e-mail: info@h2biz.eu - G.S. - credits

Siti del Network vai