h2biz


_home _focus _Mariella Bottiglieri

Mariella Bottiglieri

L'armatrice di ferro

Mariella Bottiglieri è, insieme alla sorella Alessandra, Amministratore Delegato della Gbs – Bottiglieri, società di shipping internazionale fondata nel 1877.

A soli 38 anni, un marito inglese, due figli piccoli, "l'armatrice di ferro", come la chiamano nell'ambiente, ha dimostrato di avere la stessa tenacia del padre: “Ci rafforziamo e consolidiamo nelle posizioni di mercato raggiunte. Con un investimento di oltre 500 milioni di dollari abbiamo avviato il piano di espansione per costruire una flotta dry cargo con dieci nuove portarinfuse Post Panamax da 93mila tonnellate, ordinate nel 2008 al cantiere cinese Jiangsu Yangzijiang, che stivano ben 19mila tonnellate in più. Competitive in termini di economia di scala e per i noleggiatori”.

Navi costruite per attraversare il canale di Panama, quando riaprirà dopo l’allargamento e il dragaggio in corso.

Un'idea, quella di investire sulla classe Panax, avuta dal comandate Giuseppe Bottiglieri, padre di MariellaLe prime otto Post Panamax sono entrate in acqua a gennaio di quest’anno, assieme all’ammiraglia, commissionata nel 2008 al New Times Shipbuilding.

Altre due saranno pronte il prossimo giugno, così, con le quattro petroliere, la Gbs è sul mercato con 15 navi di ultima generazione.

Un esito straordinario degno della storia che accompagna la famiglia Bottiglieri.

Una storia iniziata nel lontano 1850 con una piccola flotta di imbarcazioni coralline. Nel 1877 la famiglia Bottiglieri iscrive la goletta “Correale Secondo” nella matricola dei velieri del porto di Torre del Greco, a Napoli.

Dopo un lungo periodo trascorso in Grecia (1976-1993), la Bottiglieri torna in Italia, torna alla sua Napoli, ancora più fiera di sventolare la bandiera italiana.

Dall’inizio della sua storia a tutt’oggi, la Gbs è stata e rimane un’azienda familiare.

Al vertice, infatti, troviamo schierati, accanto al Presidente Giuseppe Bottiglieri e la moglie Ghetty (consigliere), le tre figlie Mariella e Alessandra (amministratori delegati) e Manuela (consigliere per la parte legale).

L’ambiente familiare investe anche le decisioni più difficili, specie quando si tratta del personale: 311 dipendenti, di cui 41 a terra e 270 a bordo.

C’è crisi e la crisi ha colpito anche lo shipping. Ma alla Gbs  Bottiglieri l’urto è stato attutito, perché così come la maggior parte delle imprese armatoriali, l’impresa napoletana è a carattere familiare e le aziende familiari riescono ad affrontare meglio le acque agitate del mercato.

Mariella Bottiglieri afferma quanto segue: “Il nostro mestiere ha conosciuto la globalizzazione molto prima che arrivasse negli altri settori. Si dovrebbe fare più lobby tra armatori. Per esempio, per affrontare il problema della pirateria, quanto mai attuale, specie in Somalia. Attraverso l’Imo, International Maritime Organisation che ha sede a Londra, dovremmo cercare di ottenere più tutele per le navi che passano nelle zone a rischio, magari con i convogli militari”.

Per informazioni su H2biz, clicca qui

Foto


Video

I Focus di H2biz

H2biz © Copyright 2008 - 2017 H2biz S.r.l.
P.Iva/C.F. 06149921212 | Via Kerbaker, 91 - 80129 Napoli
e-mail: info@h2biz.eu - G.S. - credits

Siti del Network vai