h2biz


_home _focus _Andrea Berton

Andrea Berton

Lo Chef Trussardi

Trussardi non è solo un gruppo che produce e distribuisce in tutto il mondo capi di abbigliamento, accessori, profumi e complementi d’arredo e per la casa; da qualche anno Trussardi ha deciso di puntare su diverse iniziative culturali, tra le quali rientra anche la scelta di fare ristorazione ad alto profilo.

Nasce così, nel 1911,  il Ristorante Trussardi Alla Scala: attraente, informale ed elegante, rappresenta l’eccellenza nel design d’interni e nella qualità della proposta gastronomica.

Unanime il Ristorante Trussardi alla Scala può essere considerato il ristorante Gourmet che negli ultimi anni lavora di più a Milano, non solo grazie al suo singolare stile, ma soprattutto grazie al talento ed al rigore di Andrea Berton, Chef e Direttore del ristorante dal 2006.

Una scelta vincente targata Berton, giovane chef che si è affermato come una delle realtà più interessanti della gastronomia internazionale e ricevendo prestigiosi riconoscimenti: nel 2007 viene nominato migliore novità dell’anno dalla Guida ai Ristoranti d’Italia de L’Espresso, nel 2008 ottiene la prima stella della Guida Michelin Italia e la seconda nel 2009.

Friuliano del ’70, inizia la sua carriera divenendo allievo e seguace di Gualtiero Marchesi in Via Bonvesin della Riva. Poi cominciano i suoi viaggi-studio: prima a Londra dal mitico Anton Mosimann che gestisce il club ristorante Belfry nel prestigioso quartiere londinese di Belgravia; poi ritorna in Italia, a Firenze, dove lavora presso l’Enoteca Pinchiorri, sotto la abile guida di Carlo Cracco; finchè riparte per Montecarlo per affidarsi alla cucina di Alain Ducasse al Louis XV. Dal 2005 Berton comincia a collaborare con Trussardi fino all’apertura del ristorante, nel giugno del 2006, anno in cui diventa Chef e Direttore del ristorante.

E’ proprio lui che ha progettato le cucine, senza mai perdere di vista la funzionalità come criterio principale di scelta, riuscendo ad espugnare il palato dei milanesi.

Sua la direzione delle cucine del Cafè a pianterreno e del Ristorante al primo piano.

Il Cafè, unito al concept store Trussardi 1911, diventa un unico spazio di oltre 400 metri quadrati. La parte esterna ha una veranda e un giardino verticale progettato dal vivaista-paesaggista francese Patrick Blanc che ha ridato dignità a piazza Ferrari, di fianco al Teatro alla Scala.

Ed è sempre lui che ha fatto parlare di sé per il suo Hamburger di manzo e chips di patate alla paprika servito al Cafè.

Ormai anche i detrattori del “panino”  si sono rassegnati: mai spesi meglio 22 euro.

Il segreto: ingredienti di prima scelta e preparati ad arte; con la carne in primo piano. È  una sorta di polpetta realizzata tagliando al coltello 180 grammi di sirloin, un taglio ricavato dal posteriore di manzo inglese di alta qualità.

Tra le altre proposte troviamo: Vitello tonnato con sedano bianco; Panzanella con farro e uovo morbido alle erbe; Riso al salto alla milanese con cozze e zucchine e il Controfiletto di manzo con patate al rosmarino.

Il tutto viene gustato in una location adatta alla sobrietà del cibo: il design è stato concepito da Milan Vukmirovic, direttore creativo di Trussardi 1911; le sedute sono comode; la cucina a vista.

In qualsiasi proposta dello chef si percepisce che la cucina è davvero in continua evoluzione e questo lo hanno percepito soprattutto i clienti, che dopo diversi anni, continuano a frequentare il Ristorante Trussardi alla Scala, trovandolo sempre innovativo, soprattutto nel menù…

Ebbene si, Trussardi ha giocato davvero la sua carta vincente con Andrea Berton!

Per informazioni su H2biz, clicca qui


Foto


I Focus di H2biz

H2biz © Copyright 2008 - 2017 H2biz S.r.l.
P.Iva/C.F. 06149921212 | Via Kerbaker, 91 - 80129 Napoli
e-mail: info@h2biz.eu - G.S. - credits

Siti del Network vai